• YogaeLavoro.com

La virtù della calma per mantenersi in forma


Quante calorie brucio quando cammino?

Massimo risultato con il minimo sforzo tra 2 e 5 km l’ora!


di Dora Rossetti



Camminare è un esercizio aerobico e in quanto tale aiuta a bruciare calorie per mantenere o perdere peso.



Ma quanto bruciamo quando camminiamo?


È stato scoperto che se si cammina entro certi ritmi, in piano, il consumo effettivo di calorie dipende quasi esclusivamente da tre soli fattori:

  • Peso corporeo

  • Distanza percorsa

  • Tempo dedicato


Potrebbe sembrare strano non vedere nella lista la velocità ma gli studi hanno dimostrato che finché camminiamo con un ritmo del passo compreso tra 2 e 5 km/ora e lo facciamo su un terreno più o meno in piano, le calorie che bruciamo dipendono unicamente dal nostro peso corporeo e dalla distanza che percorriamo in un’ora.

Il merito di questa scoperta va al Prof. Rodolfo Margaria che, nel 1938, dopo aver completato uno studio su un ampio campione di persone, ha potuto dimostrare che se camminiamo a un’andatura compresa tra 2 e 5 chilometri l’ora, in piano, il nostro dispendio calorico può essere calcolato facilmente utilizzando la seguente formula matematica:


Calorie bruciate = 0,5 kcal x Kg peso corporeo x Km percorsi


Facile no? Con una calcolatrice alla mano… facilissimo!


Ma la cosa davvero interessante, e della quale sono grata al professore, è che se abbiamo deciso di camminare per bruciare un po’ di calorie in eccesso, non è necessario farlo a passo super veloce. Non dobbiamo per forza sudare. Accelerare il passo oltre le soglie sopra riportate non servirebbe a bruciare di più.


Se per noi un’andatura di 2 km/ora è piacevole, manteniamola per il tempo che abbiamo deciso di camminare. Adesso sappiamo che stiamo bruciando esattamente quanto bruceremmo se decidessimo di allungare il passo a 3, 4 o 5 km/ora. Comodo no? A me sembra fantastico!

Ci sono giorni in cui le mie forze non sono proprio al massimo e sapere che se mi mantengo sulla soglia minima sto già facendo un ottimo lavoro, mi rende fiera di me per aver comunque messo le scarpe da ginnastica ed essere andata a camminare. Lentamente ma pur sempre efficacemente!

Il discorso cambia se decidiamo di camminare in salita o di allungare il passo spingendoci oltre i 5 km/ora. In questo caso la formula di Margaria non sarebbe sufficientemente accurata a darci il numero di calorie bruciate e potrebbe essere utile un cardiofrequenzimetro che tenga conto di una serie di parametri per fornire un calcolo più affidabile del dispendio calorico durante il movimento.

In commercio ce ne sono molti, io uso questo un modello dal buon rapporto funzionalità/prezzo.



Ma questa è un’altra storia. Oggi, visto il caldo e la voglia di fare poco, cammino mantenendomi sui 2 chilometri l’ora, felice di aver ottenuto il mio massimo risultato possibile con il minimo sforzo.


Grazie Prof. Margaria!

Fonti: http://www.trainingpedia.it/approfondimenti/discipline/corsa/il-costo-energetico-di-marcia-e-corsa

Immagine @pixabay

18 visualizzazioni

©2019 di Yoga e Lavoro. Creato con Wix.com