Yoga Nidra
 
  • YogaeLavoro.com

Yoga Nidra

Aggiornato il: 20 dic 2019


Durante questa rilassante tecnica sembra di essere addormentati ma in realtà la coscienza lavora a un livello di consapevolezza più profondo che regala al praticante una profonda sensazione di rilassamento che dura anche a lungo dopo la pratica.

Lo Yoga Nidra si pratica in Savasana (posizione del cadavere) dove è importante trovare una posizione comoda e mantenere il corpo caldo (il rilassamento provoca infatti un abbassamento della temperatura corporea). Il primo passo è individuare il nostro ‘Sankalpa’ - letteralmente tradotto dal sanscrito come “risoluzione” ovvero la nostra direzione, ciò che stiamo seminando, la meta che ci prefiggiamo di raggiungere da un punto di vista spirituale. Può riguardare qualsiasi aspetto della nostra vita: lasciare un’abitudine dannosa, indirizzare la nostra vita verso un percorso più positivo.

Si continua con la rotazione della consapevolezza e in questa fase procediamo a una vera e propria azione di cura del nostro corpo fisico. Attraverso la consapevolezza di parti specifiche del nostro corpo attiviamo il rilassamento muscolare, articolare e viscerale.

Successivamente vengono evocate sensazioni ed emozioni opposte (ad esempio caldo/freddo - dolore/piacere) allo scopo di stimolare il nostro sistema nervoso in specifiche funzioni e acquisire la capacità di essere testimone di ciò che si prova senza identificarsi con esso. Se riusciamo a essere testimoni di una situazione senza identificarci con essa, innestiamo un automatismo positivo al nostro interno.

C’è poi la fase di visualizzazione guidata dove accediamo al nostro subconscio utilizzando il suo canale: il sogno. Attiviamo la capacità di creare il sogno in consapevolezza accedendo al simbolismo delle immagini e sciogliendo le tensioni e i traumi ad essi collegati.

Infine, prima del risveglio e prima che il corpo si muova, il sankalpa viene richiamato alla coscienza. Nella prima fase seminiamo il nostro sankalpa, alla fine come un seme lo innaffiamo alla luce della consapevolezza praticata in Yoga Nidra.

Quali sono i benefici di Yoga Nidra?

Libera il corpo dalle tensioni più profonde, responsabili della cronica intossicazione psicoemotiva, delle malattie psicosomatiche, dei disturbi del sonno e delle dolorose tensioni muscolo-scheletriche

Rinforza il sistema immunitario, aiuta ad alleviare i disturbi del sonno e dell’ansia

Migliora la qualità del nostro apprendimento

Rinforza la struttura profonda della mente, migliorando la concentrazione e modificando positivamente la capacità di gestione dello stress

Crea una conoscenza migliore di se stessi, in quanto rappresenta una specie di viaggio interiore che ci consente di raggiungere livelli di coscienza più profondi

Allena la mente, perché il Sankalpa è in grado di allentare la mente subconscia, agendo quando la mente è rilassata e consentendo, dunque, alla mente ordinaria di seguire lo stesso percorso in modo automatico

Risveglia la creatività, grazie a una mente rilassata e tranquilla

0 visualizzazioni

©2019 di Yoga e Lavoro. Creato con Wix.com